Neuroscienza&Quotidiano

Come riconoscere i tuoi punti deboli prima che questi rovinino la tua carriera

Molto spesso non ce ne accorgiamo, ma ci sono alcune lacune nelle competenze o alcuni problemi comportamentali che ci rallentano nel raggiungimento del nostro potenziale e che potrebbero compromettere seriamente la nostra carriera.

Si tratta di alcuni punti deboli che è necessario individuare e correggere per avere il meglio in ambito professionale. Carter Cast, docente di Business Management alla Northwestern University e socio della Pritzker Group Venture Capital, ritiene che “le persone che hanno una percezione distorta ed esagerata del livello delle proprie abilità sono sei volte più esposte al rischio di deragliamento della carriera rispetto a coloro che hanno una autovalutazione corretta”.

Nel libro The Right-and the Wrong-Stuff: How Brilliant Careers Are Made and Unmade, Carter Cast approfondisce i 5 ambiti in cui, più comunemente, si individuano dei punti deboli.

1. Avere un atteggiamento egoista porta ad avere scarsa capacità di ascolto
2. Essere supervisori e controllori dei colleghi ostacola la capacità di costruire e guidare un team
3. Essere troppo abitudinari e resistenti al cambiamento
4. Avere prospettive ristrette nel business mina la capacità di essere strategici 
5.Non mantenere la parola data, a causa di mancanza di organizzazione o di gestione degli impegni.

Come trovare i tuoi punti deboli

Se non lavori con un leader che ti faccia notare i tuoi punti deboli, è necessario che tu sia proattivo.

1. Chiedi dei feedback formali o informali: “come sono andato nella presentazione? Cosa avrei potuto fare meglio?”.
2. Controlla come reagiscono le altre persone nei tuoi confronti, ad esempio se stai facendo una presentazione o sei ad un meeting, sono sedute con le braccia incrociate?, sono agitati? Se sì, muoviti più velocemente.
3. Cerca la consulenza di un coach che ti seguirà lungo la carriera dandoti consigli utili e ti aiuterà a portare a galla i tuoi punti deboli.

Come correggere i tuoi punti deboli

Matti in pratica delle azioni correttive.

Se, ad esempio, ti venisse detto che non sei molto strategico e che finchè non lo diventerai non avrai uno scatto di carriera, secondo Cast dovresti porti le seguenti domande: “Come avere successo in quest’area? Cosa dovrei imparare?

Può esserti utile anche chiedere al tuo capo cosa ne pensa di te e cosa potresti migliorare per raggiungere l’obiettivo. Chiedigli degli esempi concreti in cui ha visto emergere i tuoi punti deboli ed elabora, poi, un piano d’azione finalizzato a correggerli e a migliorare te stesso.

Cast, ad esempio, ha annotato tutti i suoi punti deboli (relativi all’ambito professionale), ha appeso la lista nel posto in cui appoggia le cinture e, ogni sera, si è chiesto: “Sono stato passivo o ho dato tutto me stesso per evitare che venissero fuori?

Tags  

You Might Also Like

Leave a Reply