Neuroscienza&Quotidiano

5 motivi per cui viaggiare fa bene alla testa

Viaggiare fa bene, è ovvio! Ma oltre al “banale” benessere fisico, ciò che ne giova di più è la salute mentale ed emotiva.

Ve ne diamo 5 prove:

1. E’ un grande stress buster: prendere distanza, con un viaggio, dal trambusto quotidiano è essenziale per la mente per ringiovanire, rilassarsi e ricaricarsi. Viaggiare riduce i livelli di cortisolo, facendovi sentire più calmi e rilassati

2. Il viaggio ha la capacità di espandere la mente e questo è il primo passo per analizzare se stessi, vedere le cose da un’altra prospettiva e, perché no, reinventarsi.

3. Viaggiare, ma anche pianificare un viaggio, aumenta la felicità e la soddisfazione. L’umore e la fiducia in se stessi ne risentono positivamente

4. Viaggiare rende resilienti. Riforma mentalmente ed emotivamente, insegna ad affrontare le difficoltà in un ambiente non familiare e ad adattarsi a una vita che è fuori dalla zona di comfort. Questo rende più flessibili, pazienti ed emotivamente forti.

5. Migliora la creatività e aumenta la flessibilità cognitiva. Un viaggio permette di accrescere anche “la profondità e l’integratività del pensiero”, dando impulso alla creatività.

I viaggi prolungati migliorano anche la produttività, le capacità di risoluzione dei problemi e possono persino aumentare le tue possibilità di essere promosso al lavoro!

Avete già trovato la prossima meta?

Tags